Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Popular Post

Sign up for newsletter
[contact-form-7 id="3" html_class="cf7_custom_style_2"]

La nostra produzione

Tutte le birre prodotte da Paolo, mastro birraio a tempo pieno, sono tutte ad alta fermentazione, non filtrate e non pastorizzate, ma soprattutto non hanno aggiunta di sostanze conservanti e stabilizzanti. Crediamo che la lavorazione artigianale, l’attenta selezione delle materie prime e la costante ricerca delle migliori tecniche di produzione siano fondamentali per l’ottenimento di una birra di alta qualità. Il risultato sono birre di gusto trasparente e pulito, molto facili da bere e capaci di trasmettere tutta la passione con cui vengono prodotte.

Le birre del Birrificio Trunasse sono il tipico esempio di come con dedizione, preparazione de esperienza si possa raggiungere un livello qualitativamente alto e stabile

il Birrificio Trunasse ha la sede legale a Centallo, ma la sala cottura è a Castelletto Stura. Impianto della Brew  Tech, a due tini,  con capienza nominale di 330L ognuno. Una caldaia di ammostamento/ bollitura , alimentata a vapore generato da una caldaia con bruciatore a gas, la quale riscalda anche il serbatoio di accumolo per lo sparging, e un tino filtro/ Whirpool coibentato, ma non riscaldato.

La cantina ha una capacità di circa 4000L, due fermentatori troncoconici della Velo da 670L nominali  e tre tini di fermentazione troncoconici della ToscanaInox Srl, annessi a sistema di refrigerazione della Winus s.r.l, il quale permette un controllo delle temperature di fermentazione e l’abbattimento delle  temperature per la chiarifica e lagerizzazione delle birre.

Una volta pronte queste verranno confezionate in fusti da 30 e 15L e  in bottiglia, in formato  da 75cl e 33cl.

I primi verranno saturati di anidride carbonica per aggiunta della stessa a Temperatura e pressione controllate e le seconde  rifermentate in bottiglia, dopo aggiunta di zucchero nel serbatoio di priming ad esso dedicato e successivo imbottigliamento manuale con una imbottigliatrica Toscana Enologica Mori  a caduta ,a 4 becchi.

Ad oggi la produzione si aggira sui 330/HL annui per lo più consumati al locale di mescita di proprietà, ma siamo presenti anche in altre realtà del territorio e nel nord Italia, in locali  specializzati attenti a selezionare le collaborazioni e certi che le birre abbiano la giusta attenzione anche nello stoccaggio e nella mescita.

Le nostre birre